Trevisi: "Bello che un club insegni a diventare campioni nella vita"

15/07/2018

Trevisi: "Bello che un club insegni a diventare campioni nella vita"
VERONA - Lo start season party di BluVolley è stato l’occasione per una serata di allegria e amicizia, anche con personalità con cui la società gialloblù ha fatto squadra per toccare temi molto seri e importanti nel corso della stagione. Fra tutti, Gianpaolo Trevisi, direttore della Scuola allievi agenti della polizia di stato di Peschiera del Garda (accompagnato dalla moglie, la dirigente Digos della questura di Verona dottoressa Tea Mercoli), coinvolto, fra gli altri, nel progetto organizzato dal club gialloblù di per capire e prevenire il cyberbullismo fra i più giovani.

"Abbiamo affrontato insieme temi molto importanti, è sempre bello che una società sportiva promuova questo genere di iniziative, perché un club non deve solo insegnare a fare sport e diventare campioni, ma anche a diventare campioni anche nella vita. Le tifoserie? È davvero fondamentale che rispettino regole e limiti. Già i tifosi della pallavolo sono molto diversi da quelli di altri sport, e forniscono un bell’esempio per gli altri. È bello essere tifosi, lottare per la propria squadra, ma rispettare sempre le regole”.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share