"Stiamo lavorando sodo, allenare in questo frangente è un onore"

03/09/2018

"Stiamo lavorando sodo, allenare in questo frangente è un onore"
VERONA - Ecco le parole di coach Giancarlo D’Amico, con il punto sulla preparazione della squadra.

Terminata la seconda settimana di preparazione, come stanno i ragazzi?
È stata una settimana importante, quella che ci siamo lasciati alle spalle, per una caratteristica in particolare: abbiamo ricominciato con i salti. Questo crea una situazione che ci avvicina il più possibile a quella che sarà la pallavolo giocata. Da questa settimana, saremo impegnati sull’allenamento e lo sviluppo dei sistemi di gioco, in avvicinamento a quel 14 ottobre che segnerà l’inizio del nostro campionato.

Come proseguirà ora la preparazione? In calendario il 14 settembre c’è il test contro Bergamo, squadra di A2…
Con lo staff tecnico abbiamo deciso di caricare di più le prime tre settimane, poi ce ne sarà una di scarico in cui abbiamo inserito questo primo appuntamento sul campo. Un’amichevole importante, la prima uscita ufficiale, dove anche il pubblico potrà darci una grande mano, perché usciremo da quattro settimane di lavoro duro e grande impegno. Sarà un momento in cui i ragazzi potranno divertirsi. Quindi aspettiamo i nostri tifosi per partecipare a questo primo evento.

Avere nel gruppo iniziale gente come Birarelli, Savani, il libero e il palleggiatore titolari può essere già un buon punto di partenza per impostare il gioco e cementare il gruppo?
È sicuramente importante avere tanti giocatori di peso. Sono ormai un veterano di questa situazione da prrecampionato, avere giocatori come Spirito come primo palleggiatore, ma anche Savani e Bira dà una nota importante alla preparazione. Anche a livello numerico, dato che una squadra troppo ridotta ci porterebbe a fare un lavoro un po’ troppo lontano da quello che sarà poi il gioco effettivo. Siamo in dieci adesso, è un buon numero.

È il secondo anno qui a Verona e la seconda stagione che inizia “in solitaria”, visti gli impegni di coach Grbic. Ottima palestra anche per coach D’Amico…
Sicuramente, è un onore e una bella esperienza sul campo. Questa è una dimensione che ancora devo guadagnare sul campo, dunque queste parentesi mi servono per crescere, accrescere la conoscenza dei nostri atleti e aiutare Grbic il più possibile, quando tornerà, a conoscere i ragazzi tramite le esperienze che ho fatto io. Sono felice di lavorare in questo frangente e in questa società, che ci permette di lavorare con tranquillità e con tanto entusiasmo.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share