Settore giovanile: storica Verona, Guardavascio miglior giocatore del Trofeo delle Province

08/05/2018

Settore giovanile: storica Verona, Guardavascio miglior giocatore del Trofeo delle Province
VERONA - Verona termina il Trofeo delle Province con uno storico secondo posto, e il merito è anche dei tre ragazzi di BluVolley convocati per il giro di gare giocate a Chioggia lo scorso week end. La rappresentativa Under 15 di Verona (classi 2003-2004), infatti, si è affidata a Paolo Guardavascio e Leo Marcello Pigozzo, due Under 16 gialloblù, e a Murilo Massafeli, che fa parte dell’Under 14. I tre hanno risposto a suon di punti e prestazioni da applausi, con l’acuto di Paolo Guardavascio che si è guadagnato il titolo di miglior giocatore del torneo.
Lo schiacciatore, nel gruppo Under 16 guidato dai coach Alessandra Campedelli e Alessandro Marchesan, è stato premiato da Roberto Rotari, allenatore e selezionatore della Rappresentativa regionale. Un auspicio più che buono, visto che fra un mese circa comincerà il Trofeo delle Regioni, ospitato dall’Abruzzo.
La soddisfazione è enorme per coach Marchesan, che ha seguito i tre atleti a Chioggia. “Sono molto contento per Paolo, perché nell’attività del club si allena sempre tantissimo, sempre con grande umiltà. Si è impegnato un sacco, questo premio è il giusto riconoscimento”.
La selezione maschile veronese è arrivata seconda, perdendo in finale contro la fortissima Trento per due set a uno, in una partita molto equilibrata. Anche la squadra femminile si è piazzata seconda, un evento storico per il volley scaligero. Il week end di Chioggia è iniziato con la presentazione di tutte le selezioni partecipanti nel centro della città. Poi, via alle gare di qualificazioni di sabato, dove Verona ha battuto Vicenza per 2-1, e poi alle semifinali di domenica, con la vittoria pazzesca su Padova, sempre per 2-1. L’apporto dei ragazzi di BluVolley lo raccontano i numeri: contro la sola Vicenza, 22 punti di Guardavascio e 18 di Pigozzo. “Sono contentissimo di tutti e tre i ragazzi, che hanno giocato quasi sempre, confrontandosi con ragazzi della loro età provenienti da tutto il Veneto, più Trento e Bolzano, e portando a casa un’esperienza molto positiva” conclude Marchesan.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share