Serie B. Ritrovata la carica, i nostri ragazzi vincono la prima partita casalinga

22/11/2016

Serie B. Ritrovata la carica, i nostri ragazzi vincono la prima partita casalinga
Sabato 19 novembre i nostri ragazzi della serie B sono tornati fra le mura di casa per disputare la partita contro Porto Viro, formazione in ottimo stato fisico che nell’ultima giornata ha battuto il team di Forlì. Calzedonia Verona parte con una doppia novità nel sestetto iniziale: Bernabè in cabina di regia al posto di Cerpelloni infortunato, e l’utilizzo del doppio libero con l’entrata in scena di Freddi. Entrambe le squadre iniziano il match con carica, mettendo in atto ottime azioni. Dopo il primo tempo tecnico, gli avversari iniziano a spingere dai 9 metri mettendoci in difficoltà e costringendo Flisi a chiamare il time out sul 9-12. I veronesi non demordono e si rifanno sotto, riprendono lucidità e fanno tremare i tecnici deltini che chiamano il tempo sul 18-17. Loglisci in battuta castiga per bene gli avversari, costringendoli a chiamare cambi in formazione per tamponare la ricezione. Peslac da posto 4 è implacabile e regala ottimi colpi e Speringo, un po’ in ombra nella prima parte, sigla la vittoria del primo set con un pallonetto tutto d’esperienza. Nel secondo set Calzedonia Verona erige un buon muro che non lascia spazio a Porto Viro. Gli avversari, che alternano momenti bui ad ottime azioni, cercano in tutti i modi di star dietro all’avanzata veronese, ma il secondo tempo tecnico suona sul 16-10. La corrazzata di Flisi è implacabile e la correlazione muro-difesa è la padrona del set. Viene buttato nella mischia Maroldi che si contraddistingue subito dai 9 metri. Speringo e Loglisci suonano la carica e chiudono il set 25-14. Nel terzo parziale i veronesi vogliono trovare il sapore di quella vittoria che manca da un po’ ed Ungureanu è il protagonista della prima frazione di gioco in difesa. Il primo tecnico viene siglato da un muro di Peslac che carica il clima già caldo del PalaVilla. Flisi mette in campo Maroldi per alzare il livello della ricezione e Peslac in prima linea non perdona. Il punteggio è di 16-13 al secondo time out tecnico. Gli avversari però non si spengono e si rifanno sotto, sul finale di set il Porto Viro riesce ad agguantare gli scaligeri grazie alle ottime difese. Maroldi da posto 4 carica il braccio per il 25-24, poi regala anche il 25 pari con una palla fuori. I deltini non soccombono e con la giusta ripresa si aggiudicano il set 24-26. Quarto set scandito punto su punto, sia Verona che Porto Viro non vogliono uscire sconfitte dal match. Un ritrovato Speringo da posto due fa suonare il primo time out tecnico sull’8-6 per Verona. Tutto è su un costante equilibrio, finchè Flisi, per recuperare i suoi, chiama time out sul 15-18. Il clima è teso e un’incomprensione fra i giocatori porta gli avversari a concludere il set loro favore sul 23-25. Il tie break inizia subito a ritmi elevatissimi di palpitazioni. Ungureanu è protagonista questa volta nel suo ruolo chiudendo due palloni nei 3 metri. Il cambio campo avviene sull’8-6. Bernabè dai 9 metri fa traballare la ricezione rodigina e il tecnico è costretto a chiamare time out sul 10-6. Degli errori di formazione riportano il punteggio a parità. Il palazzetto è in fermento e Loglisci da posto 4 regala emozioni. Sul 14-12 va in battuta Speringo che, deciso, si aggiudica il match point. La prima vittoria casalinga è stata finalmente conquistata. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share