#PlayOffChallenge, andiamo in semifinale!

07/04/2018

#PlayOffChallenge, andiamo in semifinale!
VERONA – Vittoria. E semifinale. E sarà derby. Calzedonia vince contro Vibo 3-1, e accede alle semifinali dei Play Off Challenge. Affronterà Kioene Padova, domenica 15 in trasferta.

Primo set
Partiamo dai dati positivi: Toncek mette giù 8 punti ma non basta, perché Vibo Valentia passa nel primo set dopo un parziale combattuto quasi sempre punto a punto. Il sestetto scelto da Grbic conferma le ultime indicazioni del club: dare spazio a chi ha giocato meno. Ecco quindi titolari Mengozzi, Grozdanov e Frigo, che subentra a Pesaresi in fase difensiva.

Calzedonia parte aggressiva ma non troppo, con i calabresi sempre bravi a rincorrere e a sorpassare e a mai mollare. Fino alla fine. Quando i gialloblù sono sul 24-21, con set-ball per Birarelli. Sprecata. Inizia la rimonta di Tonno Callipo, che raggiunge, sorpassa e batte Verona 28-26. Gli oltre 2mila dell’Agsm Forum hanno assistito anche ad azioni lunghe, combattute, da palmi arrossati e gomiti doloranti.

Secondo set
La storia si ripete. Il secondo set è una battaglia giocata sul filo dell’errore. Punto a punto, con Calzedonia, questa volta, più caparbia e attenta e che non sbaglia il colpo finale sul 24-22.
Spicca la buona prestazione, l’ennesima, di Aleks Grozdanov che con 5 punti si dimostra il migliore per rapporto età-rendimento: 20 anni, 5 punti, 3 muri ed una freddezza incalcolabile.

Terzo set
Nel terzo e set la partita prende la piega voluta da Grbic: poca storia e tanta Calzedonia, con un Grozdanov ancora sugli scudi (7 muri) ed un Jaeschke che finalmente si affaccia con più convinzione in attacco, regalando anche ace preziosi. Frigo, in difesa, regala un paio di salvataggi pregevoli. Ma Vibo deve fare anche i conti con un attacco impreciso e a tratti indeciso. I 14 punti di Stern e la giornata sì di Manavi fanno in modo che la frazione si chiuda sul 25-18 e Calzedonia ha la matematica dalla sua: va in semifinale Play Off Challenge e affronterà Padova.

Quarto set
Ultimo set che vede in campo anche il palleggiatore Paolucci (’79) e il giovane Alberto Magalini (’96) e che finisce col medesimo risultato, 25-18.

Calzedonia Verona - Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (26-28, 25-22, 25-18, 25-18)
Calzedonia Verona: Spirito 2, Jaeschke 11, Grozdanov 13, Stern 13, Manavinezhad 16, Mengozzi 2, Pesaresi (L), Frigo (L), Birarelli 2, Magalini 1, Paolucci 1, Maar 2, Marretta 2, Pajenk 3. N.E. All. Grbic.
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 1, Lecat 8, Costa 10, Patch 12, Massari 15, Verhees 6, Torchia (L), Domagala 4, Presta 0, Izzo 1, Marra (L), Corrado 2, Felix Jr 2. N.E. All. Fronckowiak.
ARBITRI: Pozzato, Florian.
NOTE - durata set: 31', 30', 24', 24'; tot: 109'.
Spettatori: 2.038
MVP: Aleks Grozdanov (Calzedonia Verona)

Aleks Grozdanov (Calzedonia Verona): “Sono molto felice di aver giocato bene e di aver dimostrato a coach e compagni di poter contare su di me. Il mio songo è quello di poter crescere ogni giorno di più per poter diventare un giocatore di pallavolo e restare in Italia. A Padova ci aspetterà una partita molto difficile, perché loro vorranno a tutti i costi entrare in Europa e saranno carichi a mille. Dovremo essere bravi nel saper dare il 100%”.

Marcelo Fronckowiak (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Partiamo da un concetto: Verona ha dominato la partita. I miei complimenti a coach Grbic e allo staff per aver saputo tenere alto il ritmo ed il livello nonostante l’uscita dalla Coppa e dai Play Off scudetto. Noi abbiamo giocato un primo set interessante e abbiamo lottato bene anche nel secondo. Poi è uscita la qualità dei gialloblù. Chiedo scusa anche per la mia espulsione”.
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share