National Volley Cup: Verona in crescita, ma passa Trento. Domani la sfida con Lupi Santa Croce

11/10/2019

Ph: Marco Trabalza
Un Verona in crescita quello visto stasera in campo con il Trentino Volley per la seconda semifinale di giornata della "Gruppo Ponzi Investigazioni - National Volley Cup", torneo quadrangolare amichevole in corso a Mirandola che, oltre a scaligeri e trentini, coinvolge Lube e Lupi Santa Croce.

Buono il lavoro in difesa, ma poca efficacia in attacco. Birarelli e compagni hanno fatto tesoro della quattro giorni parigina (Torneo Internazionale amichevole) e stasera hanno fatto un ulteriore step verso la condizione ottimale del gruppo, soprattutto in ottica d'intesa.

Il sestetto di partenza schierato da Stoytchev è il seguente: Boyer, Spirito, Asparuhov, Birarelli, Marretta, Bonami. Mentre coach Lorenzetti ha optato per Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Cebulj e Kovacevic schiacciatori, Codarin e Lisinac centrali, Grebennikov Libero.

PRIMO SET equilibrato che vede un Verona incisivo soprattutto dal centro della rete con Solé protagonista. Poi Trento cresce e allunga sul 15-10 grazie soprattutto ad una serie di muri efficaci della coppia Vettori-Lisinac. Asparuhov infila 2 ace che ridanno fiato a Verona, ma è sempre trento a condurre. Il finale è 25-23 con una giocatad'astuzia dell'ex Kovacevic

NEL SECONDO SET il 5-5 lo fissa capitan Birarelli che blinda il campo gialloblù con un gran muro. .
Poi cresce Trento e il parziale dice 22-18 con un grande ace di Ceboulj.
25-19 il finale.

IL TERZO PARZIALE si apre con il vantaggio per Verona sul 3-2 grazie alle incursioni di Boyer. Poi Trento rialza la testa e sorpassa (8-6), ma una serie positiva dei gialloblù costringe Lorenzetti a chiamare il time out. 9-1 il parziale. Al rientro Ceboulj (tra i migliori in campo) mette a dura prova la difesa gialloblù trovando costantemente il varco giusto.
Verona regge e stringe i denti, ma il parziale ora è sul 21-18. Marretta va in battuta sul 23-19, ma la risposta di Lisinac è fulminante e porta Trento sul 24-19.
Sul match point per i padroni di casa, Asparuhov sbaglia al servizio e sancisce così la vittoria di Trento.

Domani, ore 14:45, stessa location (Palazzetto dello Sport "Marco Simoncelli"), per la finalina 3°/4° posto con i Lupi Santa Croce.


TRENTINO VOLLEY - CALZEDONIA VERONA 3-0 (23-25, 19-25, 19-25)


TRENTINO VOLLEY: Vettori 15, Cebulj 12, Lisinac 10, Giannelli 2, Kovacevic 10, Codarin 5, Grebennikov (L); Michieletto. N.e. Daldello, De Angelis, Djuric, Sosa Sierra. All. Lorenzetti.
CALZEDONIA VERONA: Marretta 2, Birarelli 9, Boyer 9, Asparuhov 8, Solé 3, Spirito 1, Bonami (L); Francisckovic, Kluth. N.e. Cester, Zanotti, Donati e Chavers. All. Stoytchev.

DURATA SET: 30’, 25’, 19’; tot 1h e 14’.
NOTE: Trentino Volley: 13 muri, 4 ace, 17 errori in battuta, 6 errori azione, 43% in attacco, 54% (28%) in ricezione. Calzedonia Verona: 6 muri, 3 ace, 12 errori in battuta, 8 errori azione, 26% in attacco, 47% (26%) in ricezione.
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share