"Marretta in tour /3": la scoperta di profumi e sapori sorprendenti

06/08/2018

"Marretta in tour /3": la scoperta di profumi e sapori sorprendenti
VERONA - "Dopo 5168 km, 6 nazioni attraversate, 83 ore seduto sulla moto, varie tempeste d’acqua, pericoli scampati, strade mozzafiato, paesaggi meravigliosi, aver visto persone meno fortunate col sorriso stampato in faccia, bimbi che giocano sul ciglio della strada, dormito 6 notti in campeggio e 9 in hotel, sono rientrato a Verona".
Il nostro schiacciatore, qualche settimana fa, ha intrapreso un viaggio visitando paesi differenti, ha conosciuto persone differenti per abitudini e latitudini apprezzandone le diversità.

In un periodo di forte tensione socio-politica come questo, è importante raccontare alcune tappe del suo percorso, seppure estivo e basato principalmente sul divertimento, che però ha alla base i valori sportivi dell'eguaglianza e della collaborazione.

Dal cibo alle abitudini, dalle lingue ai paesaggi, un racconto tra parole, video e immagini  che sottolineano come le diseguaglianze, spesso, sono solo accentuate da ignoranza e timori che svaniscono con una stretta di mano. 

MARRETTA IN TOUR / 3

Cosa ti rimane dell’esperienza e quale l’immagine che vedi appena ci pensi?

Oltre a giga e giga di video (ride,ndr), una carrellata di profumi e paesaggi che continuano a scorrermi davanti quando chiudo gli occhi.

A proposito di cibo: cosa hai assaggiato di diverso che non credevi ti sarebbe piaciuto?

Il Langos, una pizza fritta praticamente. È una specialità tipica ungherese ma molto diffusa nelle bancarelle romene. Era di una pesantezza unica con due tipi di formaggi differenti sopra, uno spalmato ed uno a scaglie. Davvero ottimo, peccato lo stia ancora digerendo!
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share