Luca Spirito: "Il lockdown ci insegna a rallentare"

15/04/2020

VERONA - Sveglia al mattino, e allenamento con la squadra. Normale routine, se non fosse che, in periodo di lockdown, il lavoro avviene rigorosamente in videoconferenza, fra le mura di casa, adattata a palestra. Luca Spirito, come tutti i gialloblù, sta affrontando questo stop forzato senza smettere di allenarsi, mantenendo un contatto costante con i compagni e con lo staff tecnico.

"Ma ci sono anche momenti per il relax, per rallentare. Ti rendi conto che prima vivevi a 200 all'ora, non ti godevi il momento, una cosa che da piccolo poteva suscitarti meraviglia è diventata normale routine. Adesso ci rifletti, esci in giardino e guardi i fiori che crescono.

Al di là degli allenamenti, mi tengo comunque sempre impegnato, mi trovo cose da fare e sto sperimentando diverse attività nuove, costruisco cose per il giardino, sto aiutando la mia famiglia a risistemare e rinnovare le aree esterne di casa. Per esempio, ho deciso che mi cimenterò nella costruzione di un divano di pallet per esterni. Per mancanza di tempo non mi sono mai dedicato a queste attività. Non passavo tanto tempo con la mia famiglia da parecchi anni, e quando sei abituato ai suoi spazi, alla tua indipendenza e ai tuoi orari è una cosa nuova.

La sera, poi, mi dedico ai film. Qualche dritta? Se siete appassionati del genere, io mi sto riguardando tutta la saga degli Avengers, e poi Star Wars, X-Men, i classici Disney".
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share