#LIVEGIANCO, le parole del vice coach

02/12/2017

#LIVEGIANCO, le parole del vice coach
VERONA – Con il venerdì torna l’appuntamento con le interviste in diretta sui nostri canali social. Questa volta l’ospite è stato Giancarlo D’Amico, secondo allenatore ed ex illustre della sfida di domenica, che attraverso Facebook ha raccontato le sue emozioni e le sue impressioni sulla gara contro i campioni d’Italia e sui Mondiali che si svolgeranno in Italia.

D’Amico ha raccontato delle sue sensazioni nel giocare contro Civitanova, di cui ha vestito i colori gli scorsi anni: “ho trascorso due anni alla Lube e ho davvero molti ricordi: un po’ più oscuri della prima stagione, in cui non abbiamo vinto nulla per qualche difficoltà di troppo, mentre l’anno dopo abbiamo vinto scudetto e Coppa Italia, un sogno per chi fa questo sport. Ho la possibilità di confrontarmi con il recente passato, sono felice di ciò. Però non ho sentito nessuno dei miei ex atleti, nemmeno i colleghi, non parlo con nessuno di loro prima degli appuntamenti importanti. Mi hanno fatto piacere, invece, dei tifosi della Lube, che mi hanno scritto, significa che ho lasciato un bel ricordo.”

Sul big match di domenica, il vice coach gialloblù ha le idee chiare: “è una partita che giochiamo in casa e il fattore campo, in questo sport, è importante; sono contento che la partita del girone di andata si giochi qui all’AGSM Forum. La Lube è la squadra più in forma del campionato in questo momento, anche se ha perso la Supercoppa ma ha vinto contro Perugia: è la formazione che gioca meglio. Hanno fortissimi campioni, già con me la scorsa stagione, con l’aggiunta dell’ex Verona Sander: è una corazzata armata per vincere, non hanno grossi punti deboli né difficoltà di gioco. Questo campionato, però, ci ricorda che anche Civitanova deve fare attenzione e interpretare bene ogni partita, perché ognuna può essere un’insidia nascosta dietro l’angolo."

D’Amico, poi, passa al rapporto con Nikola Grbic e sulla squadra gialloblù: “con Nikola mi trovo molto molto bene,  è un professionista a tutto tondo e una persona davvero rispettabile. Essere qui per me è un’esperienza molto formativa e Nikola ha molto rispetto dei suoi colleghi e del suo staff. Voglio augurarmi di continuare sempre così.

La nostra squadra è fatta da un gruppo di ragazzi con caratteri importanti, educati e con tanta voglia di crescere, migliorare e lavorare. Il direttore tecnico Frigoni e il direttore sportivo Marchesi hanno fatto un buon lavoro a mio avviso, costruendo un gruppo ben calibrato. Lo spirito di squadra e la sua forza stanno uscendo fuori ora e le difficoltà inziali sono state superate pian piano durante le settimane. Abbiamo un gruppo che sa giocare una buona pallavolo, direi tosta. Chiunque entra in campo sa dare il suo meglio, com’è capitato nelle ultime partite: chi arriva dalle retrovie va in campo per giocare bene e forte.


Un veloce commento, poi, non può prescindere dall’argomento Mondiali: “Sono d’accordo con le parole di Blengini, ct della nazionale italiana: il girone degli azzurri è apparentemente facile, ma va giocato. Tutto il mondiale va giocato”.

Infine, un appello a tutti i tifosi: “Da avversario, prima di Molfetta e poi di Civitanova, mi ricordo che quando si accendevano le luci dell’AGSM Forum era un problema per noi, perché diventava educatamente rumoroso, un ambiente ostile per gli avversari, ma uno spettacolo per la propria squadra. Tifosi, venite al palazzetto prima, alle 17, per iniziare a far sentire il calore ai ragazzi che scenderanno in campo, per questa partita difficile, che vogliamo giocare punto per punto.”
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share