La stagione è appena partita: diamo una sintesi di quanto successo fino ad ora

21/10/2016

La stagione è appena partita: diamo una sintesi di quanto successo fino ad ora
E’ partita un’altra stagione, è partito un altro campionato, ma soprattutto, gli amanti del volley scaligero hanno ritrovato, in questo ultimo mese, i propri giocatori e la propria squadra. BluVolley che ha visto partire alcune pedine ma che allo stesso tempo ne ha ritrovate altre. Su tutti, ovviamente, gli acquisti di Djuric e Ferreira, l’opposto greco e lo schiacciatore portoghese classe ’91. Calzedonia Verona che ha iniziato bene in campionato andando a vincere a Latina per 3 a 0, bissando poi lo stesso risultato nella partita successiva, la prima in casa davanti ai propri tifosi, contro Molfetta. Seconda giornata casalinga che ha visto, nel nuovo Agsm Forum (nuovo restyling del PalaOlimpia), i nuovi arrivati presentarsi al pubblico di casa. Le prime parole di Djuric sono state: “Voglio ringraziare tutti i tifosi che non vedevano l’ora di vedermi, anch’io non vedo l’ora di abbracciare tutti”. L’ex Trento Djuric, dopo una partita in ombra con Piacenza - persa all’ultimo respiro al tie break nella terza giornata- ci ha messo poco ad ambientarsi e ricavarsi il proprio spazio. Contro Monza, quarta giornata di campionato del 19 ottobre, ha ricevuto il premio come miglior volley player al termine della partita. Buona prestazione, nell’occasione, anche per Alexandre Ferreira che sembra avere un buon motivo per essere nella città scaligera: “Sono a Verona perché voglio vincere qualcosa, - ha commenta lo schiacciatore - abbiamo dei giocatori importanti e questa è la squadra giusta, anche se le squadre sono forti e il livello del campionato è alto”. Un primo mese che, oltre all’entusiasmo per i nuovi arrivi e ai momenti di bel gioco, ha visto consolidarsi la figura e l’importanza di Uros Kovacevic che per ben due volte è stato premiato come miglior giocatore del match e che si trova in seconda posizione tra i migliori marcatori del campionato. Altra certezza, oltre a un Baranowicz visto spesso ispirato, ad un Anzani in gran spolvero e ad un Giovi molto carismatico, è senza ombra di dubbio il centrale Aidan Zingel. Se le percentuali attuali dicono che è il secondo giocatore del campionato ad aver fatto più punti a muro, quelle dello scorso anno lo hanno consacrato come miglior centrale della stagione.Un premio prestigioso che è stato consegnato al nostro centrale prima del fischio d’inizio del mach tra Calzedonia Verona e Molfetta. “Non mi aspettavo di venire premiato come miglior centrale”, ha commentato Zingel, “per me è stata una sorpresa e una grande emozione”. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share