La Regular Season si chiude con una sconfitta per Calzedonia Verona

26/02/2017

La Regular Season si chiude con una sconfitta per Calzedonia Verona
Sir Safety Conad Perugia – Calzedonia Verona: 3-0 (25-15, 25-21, 25-22)
Calzedonia Verona: Kovacevic 5, Baranowicz 1, Zingel 3, Anzani 2, Randazzo 7, Djuric 18; Giovi (L), Ferreira 1, Lecat, Paolucci, Frigo, Mengozzi, Stern. All. Grbic
Sir Safety Conad Perugia: Zaytsev 5, De Cecco , Atanasijevic 14, Birarelli 5, Podrascanin 10, Russell 12; Bari (L), Tosi, Chernokozhev, Franceschini, Berger, Della Lunga, Mitic. All. Bernardi.
Arbitri: Cipolla M., Pasquali F.
Note: Spettatori 3855
Durata set: (0.20, 0.25, 0.28)
MVP: Atanasijevic Aleksandar
Perugia: Siamo giunti all’ultima gara del girone di ritorno di questo campionato di SuperLega UnipolSai, incontro decisivo che è andato a stabilire la griglia dei quarti di finale playoff scudetto. Come sempre per Verona, la partita contro Perugia, non è stata una semplice partita. Questo match non è stato la copia della partita giocata nel girone di andata: a novembre Perugia aveva portato tutta la sua forza all’Agsm Forum, dominando con un grande distacco su Verona era andata a vincere 0 a 3. In questa giornata di gara, conclusa comunque con la vittoria di Perugia su Verona, Calzedonia è riuscita a rimanere agganciata agli avversari nel secondo e nel terzo set, rispettivamente chiusi con il punteggio di 25 a 21 e 25 a 22. Non ha potuto molto di più in questa trasferta a Perugia e, rispetto alle scorse partite del girone di ritorno, ha fatto un passo indietro in tutti i fondamentali. Calzedonia Verona dovrà riportare un po’ più di serenità in campo per i playoff domenica prossima, 5 marzo, presso il Palapanini di Modena.
La cronaca: Un primo set che dai primi scambi sembra procedere punto su punto. Perugia, sul 5 a 5, piazza due buoni muri ed un ace andando a più 4 su Verona, cavalcata che Verona non riesce ad arrestare da subito e che si raddoppia (18-10). Verona, prima con un attacco di Djuric, poi con uno di Kovacevic, cerca di avvicinarsi, ma il tentativo risulta vano. Il set si chiude 25 a 15. Il secondo set riparte con Calzedonia Verona più decisa, che cerca di stare ben agganciata alla squadra perugina, approfittando degli errori degli avversari si porta sul 15 a 16. Solo negli ultimi scambi Perugia, stabile nelle sue percentuali di ricezione e attacco, rispettivamente 56% e 63%, supera Calzedonia Verona e chiude il set 25 a 21. D’altro canto la formazione gialloblu ha dimostrato di essere più determinata sia in attacco con il 52%, ma soprattutto in difesa con una percentuale del 65%. Nel terzo parziale Calzedonia Verona si fa sempre sotto la corrazzata perugina che nei primi momenti del set perde la lucidità, ma Verona sembra avanzare costretta lasciando Perugia chiudere il set con il punteggio di 25 a 22.
Lorenzo Bernardi (Perugia): “Una bella Perugia per gran parte della partita contro una squadra che negli ultimi due mesi ha migliorato moltissimo il suo gioco. C’è stato un calo mentale all’inizio del terzo set, su questo dovremmo lavorare moltissimo perché da adesso in poi le partite, se è possibile non regalare, dobbiamo essere bravi a non regalare. Poi se l’avversario è forte e ci tiene punto a punto dovremmo giocare punto a punto”.
Matteo De Cecco (Verona): “Sembravamo sempre in rincorsa anche quando il punteggio era pari. Guardarli in faccia mi diceva che stavano soffrendo la partita e non c’era ragione di soffrire perché la nostra classifica comunque non sarebbe cambiata. È mancato l’approccio giusto alla partita, ovvero essere sereni e consapevoli che è quello che abbiamo fatto fino adesso portandoci fuori dal periodo difficile. Se vogliamo vincere contro Modena dobbiamo ritornare a giocare come sapevamo, uno spirito decisamente diverso”.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share