La Calzedonia Verona vince la prima, Perugia ko al PalaEvangelisti

25/10/2015

La Calzedonia Verona vince la prima, Perugia ko al PalaEvangelisti
La Calzedonia Verona conquista una grandissima vittoria sul campo di Perugia. Nella gara di apertura della SuperLega 2015/2016, i gialloblù guidati da Andrea Giani si sono imposti per 3 a 0 contro la Sir Safety Conad Perugia al termine di tre set bellissimi, giocati con grandissima concentrazione dai gialloblù. I gialloblù sono partiti fortissimi, gestendo un grande margine di vantaggio fin dal primo set con Perugia che palla dopo palla ha trovato un ritmo di gara sempre più crescente. La fase finale del terzo set è giocata praticamente sempre alla pari con i gialloblù che riescono a capitalizzare ogni pallone decisivo. Kovacevic, al suo esordio, conquista subito il titolo di MVP del match. 
Il primo break della Calzedonia Verona è firmato da Sander. A muro, ferma Atanasijevic poi in pallonetto conquista il 2 a 4. Passa qualche azione e l’americano, questa volta dalla linea dei nove metri conquista il 3 a 6. Perugia reagisce: Russell, da posto quattro, e gli errori di Starovic ed Anzani riportano tutto in parità (9-9). Ma è un pareggio solo momentaneo perché Starovic, Sander e Anzani confezionano un nuovo triplo vantaggio (9-12). Sander ha in mano la palla del massimo vantaggio, ma chiude troppo il colpo in diagonale riportando Perugia sull’11 a 13. Anzani alza il muro, la Calzedonia vola sul 12 a 17; ci vuole Kaliberda ad interrompere il momento positivo di Verona che allunga ancora nel finale arrivando sul 14 – 20. La Calzedonia gioca alla perfezione il finale, gestisce bene e allunga nel momento più importante. Sander mette giù l’ultima palla, quella del 25 a 17. 
Secondo set spumeggiante in apertura. La Calzedonia Verona vola subito sul 3 a 5, poi subisce il turno al servizio dei padroni di casa che passano a condurre e con Elia consolidano il 7 a 6. L’azione del 7 a 8 conclusa da Starovic è spettacolare, con Pesaresi superlativo in difesa su Atanasijevic. Perugia e Verona continuano a rincorrersi; Sander, al servizio, manda in tilt la ricezione dei padroni di casa e i gialloblù corrono avanti fino al 12 a 14, momento in cui Castellani manda in campo Fromm per Russell. 
Kovacevic e Sander non chiudono due azioni consecutive e Perugia ricuce ancora una volta lo svantaggio (18-18) prima del definivo break finale della Calzedonia. Starovic diventa grande protagonista e con una serie incredibile di servizi porta Verona fino al 20 a 23. Poi, sempre l’opposto serbo, schiaccia il 21 a 24 e nell’azione dopo Zingel ferma Atanasijevic per il 21 a 25 finale. 
La Calzedonia Verona continua spedita la sua marcia anche in apertura di terzo set. Starovic continua ad essere una spina nel fianco per Perugia e i turni al servizio di Anzani consentono ai gialloblù di costruire break importanti. Come quello che vale il 9 a 11, messo a terra da Starovic. La gara è bellissima, Atanasijevic prende per mano Perugia, Giani chiama due video check che invertono la decisione arbitrale e la Calzedonia si porta sul 13 a 15. L’opposto di Perugia il bello e il cattivo tempo, sprecando il possibile vantaggio e regalando a Verona il 15 a 16; il sorpasso è solo rimandato perché Kaliberda, con un ace, firma il 17 a 16. Perugia diventa fallosa al servizio, Verona non sbaglia più niente. Kovacevic riporta avanti la Calzedonia sul 21 a 22, poi Dimitrov manda out il bagher che vale il 22 a 24. L’errore al servizio proprio del palleggiatore bulgaro, consegna il match ai gialloblù: 23-25. 
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share