La Calzedonia Verona sconfitta a Perugia. Termina al PalaEvangelisti l'avventura in Coppa Italia

14/01/2016

La Calzedonia Verona sconfitta a Perugia. Termina al PalaEvangelisti l'avventura in Coppa Italia
SIR SAFETY CONAD PERUGIA - CALZEDONIA VERONA 3-1 (25-15; 25-20; 19-25; 25-10)

La Calzedonia Verona termina a Perugia la corsa nella Del Monte Coppa Italia. Dopo la sconfitta nella gara di andata dei quarti di finale al tie break, anche la gara del PalaEvangelisti finisce a favore della formazione umbra, questa volta con il punteggio di 3 a 1.
 
La Calzedonia Verona recupera Starovic e Sander, assenti nella gara di andata. Assieme a loro, Giani manda in campo nella formazione titolare Baranowicz palleggiatore, Kovacevic schiacciatorie di posto 4, Anzani e Zingel al centro e Pesaresi libero.
Perugia risponde con De Cecco in cabina di regia, Atanasijevic opposto, Russel e Kaliberda schiacciatori, Birarelli e Buti centrali con Giovi libero. 
Atanasjievic è protagonista dell'inizio del match. Firma 3 dei primi 5 punti del match (5-3). I padroni di casa allungano ancora con De Cecco che di prima intenzione schiaccia l'8 a 3, costringendo coach Giani al time out. La Calzedonia continua a faticare in attacco, alla sospensione tecnica è ancora la Sir avanti (12-6). I ragazzi di Kovac scappano sul 15 a 8 e Giani chiama nuovamente i suoi iin panchina. Al rientro in campo Kovacevic viene murato da De Cecco e Birarelli mette a segno l'ace del 17 a 9. Kovacevic trova il suo primo punto del match schiacciando il 17 a 10 ma la Calzedonia Verona non recupera più. Il parziale si chiude sul 25 a 15. 
 
Il secondo set si apre con il break della formazione di casa che con Kalierda e Atanasijevic scappano subito sul 2 a 0. Pronta la reazione di Verona che passa a condurre con il doppio muro di Zingel (2-3). La gara si fa equilibrata, Perugia torna avanti con l'ace di Russell (6-5) ma proprio l'americano schiaccia out per un nuovo vantaggio gialloblù (6-7); Verona diminuisce la proprioa efficacia in attacco e la Sir passa ancora avanti. Giani è costretto a togliere Kovacevic per un problema alla schiena, poi Anzani viene fermato al centro da Buti (11-8). Starovic regala un altro punto agli umbri (15-11) che successivamente arrivano fino al 18 a 13. L'andamento del match non cambia nel finale, nonostante qualche errore dei padroni di casa. Verona si avvicina sul 22 a 19 (errore di Russell) ma nel finale subisce un altro break. Starovic è fermato da Birarelli, si chiude sul 25 a 20.
 
La Calzedonia Verona cambia marcia nel terzo parziale. Parte bene, allunga sull'1 a 5 con la difesa e il muro a fare la differenza. Solo Atanasjievic riesce ad interrompere il break gialloblù (2-5) ma i gialloblù continuano ad esprimere un buon gioco. Zingel porta Verona sul 4 a 9, poi Lecat coferma il vantaggio. Lecat sale in cattedra, colpisce con precisione in attacco e conquista l'ace che manda le due formazioni sulle rispettive panchine per il time out tecnico (6-12). Sander è super in difesa, tenendo in vita due palloni sciacciati da Atanasjievic. Lecat, ancora una volta, va a segno conquistando il 9 a 16 per la Calzedonia. Il massimo vantaggio arriva sul 12 a 20, dopo una magia di Sander che sfrutta il mani-out del muro perugino. Nel finale i ragazzi di Kovac si avvicinano pericolosamente fino al 16 a 20 ma Verona è determinanta a conquistare il parziale. Sander e Starovic prendono per mano la squadra, si chiude sul 19 a 25. 
 
Spettacolare inizio di quarto parziale. Le due squadre viaggiano appaiate nel punteggio fino al 4 pari poi arriva il break di Perugia. Sander manda out e Birarelli colpisce dal centro per il 6 a 4. Giani corre subito ai ripari chiamando il suo primo time out discrezionale; la Sir, al rientro in campo, mette un altro punto di vantaggio tra sè e gli scaligeri poi scappa definitivamente. Buti mura Sander due volte consecutivamente e Perugia allunga sul 17 a 7. Giani prova la carta Bucko ma il finale è tutto della formazione di casa che chiude sul 25 a 10. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share