Dg Ferrari: "BluVolley, un'unica squadra"

27/03/2018

Dg Ferrari: "BluVolley, un'unica squadra"
VERONA - Il nostro Direttore generale Martino Ferrari, sui propri canali social, ha lasciato un messaggio dopo la partita di Trento. Dalle sue parole, che riportiamo fedelmente, emerge un concetto chiave: un'unica squadra tra giocatori, azienda, istituzioni e città.

​"Una Squadra, solo una. Con la S maiuscola. E’ sempre stata questa la priorità: creare un team capace di affrontare le sfide che la stagione ci avrebbe messo di fronte. Non solo in campo, però. Il gruppo doveva essere affiatato e rodata anche sugli spalti. E da questo punto di vista i nostri tifosi mi hanno regalato emozioni indelebili.

L’onda blu che ha invaso Trento, sabato sera, è stata solo l’ultima dimostrazione di una lunga serie lunga decenni. Una passione incredibile. Il settimo uomo e a volte anche l’ottavo. Nei momenti difficili hanno applaudito e ringraziato i ragazzi in campo. Hanno sempre dimostrato un attaccamento incredibile. Una passione focosa. Un braciere capace di scaldare i cuori dei palazzetti in tutt’Italia. In mezza Europa. Dove la Maraia ci ha seguito ovunque, comunque.

Da uomo di numeri, non posso poi fare a meno di leggerli. E sottolineare i risultati dei due gironi della Regular Season: terzi e quarti come numero di pubblico sugli spalti. Davanti ai campioni d’Italia di Civitanova. Solo l’applauso può esprimere la mia gratitudine alla città, che ha sempre risposto presente: dai meet&greet di fine agosto, alle autograph session e fino ai big match, esultando ed emozionandosi anche per quel match con Ravenna, il più lungo della storia della SuperLega.

Abbiamo creato un ingranaggio complesso, ma ben oliato. La società ha creduto nel progetto, permettendo al mio staff di mettere in campo una continua professionalità con voglia di migliorare e migliorarsi, accogliendo il pubblico, comunicando i nostri valori, curando i rapporti con partner e aziende di livello, coinvolgendo tutte le istituzioni che hanno sempre supportato le imprese della nostra squadra che, guidata da un comparto sportivo competente e appassionato, ci ha portato a sfiorare una finale europea ed un’impresa contro una delle squadre più blasonate d’Europa. 

Quella Squadra, la nostra squadra senza la quale, con fierezza ed orgoglio, mai avrei potuto vivere tutto questo".
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share