"Giovani e infortuni: questo è un ottimo quinto posto!"

07/03/2018

"Giovani e infortuni: questo è un ottimo quinto posto!"
SAN BONIFACIO (Verona) – La regular season e il quinto posto, i Play Off, la semifinale di Coppa Cev ed i tifosi. Ai margini dell’evento realizzato nel punto vendita “Pulito&Bello”, lunedì scorso, il capitano Emanuele Birarelli ha affrontato diverse tematiche.
 
Regular season
 
“E’ stato un campionato positivo. La squadra partiva totalmente rinnovata e se aggiungiamo l’infortunio di Mitar Djuric e altri piccoli stop che hanno condizionato il sestetto, chiudere quinti è un ottimo risultato.
So che la piazza era forse abituata più o meno al quinto posto, però secondo me c’è un valore più ampio: il gruppo è molto giovane, con tanti ragazzi al primo anno in Italia e questo vuol dire tanto. Altri erano al primo anno con responsabilità importanti all’interno del sestetto, mentre negli anni passati questo era sopperito dall’esperienza di giocatori che già avevano avuto un ruolo da protagonisti altrove. Detto ciò direi che il sunto è positivo”.
 
Play Off
 
“Come sempre ora si resetta tutto, dopo mesi di regular season ora contano queste 2-3 partite che possono far la differenza tra una stagione super o un’annata normale.
Andiamo a giocare un Quarto di finale che ci siamo meritati ampiamente, possiamo giocarcela perché abbiamo dimostrato di poter sostenere quel livello di gioco e dobbiamo mettere tutto in campo. E secondo me con una sfida lunga, che può arrivare alla terza gara, possiamo passare il turno”.
 
Cev Cup
 
“Anche qui, tolto il primo turno, il livello si è alzato sempre più. Abbiamo scampato l’insidia con Montpellier, contro la quale la vittoria non è mai stata scontata ma siamo usciti bene dalle difficoltà e siamo passati meritatamente.
Ora il livello si alza ancora di più, il campionato turco è di buon livello e Ankara è tra i primi posti. Possiamo giocarcela, siamo lì come livello di gioco, loro hanno 2 stranieri importanti e servirà la migliore Verona per passare il turno, considerando che l’andata la giochiamo in casa”.
 
Tifosi
 
“Due dei ricordi più vivi nella testa della squadra sono due tra i match con il palazzetto pieno, come con Ravenna e Piacenza. Due sfide tiratissime in rimonta con una vittoria 3-2 durante le quali abbiamo fatto vedere una bella pallavolo, a sprazzi, e soprattutto messo in campo un gran cuore. La squadra non molla mai e con le rimonte il pubblico è più coinvolto.
Personalmente e a nome della squadra li ringraziamo perché ci seguono sempre e perché ci hanno sempre sostenuto anche quando eravamo sotto 2-0 e ne siamo usciti tutti insieme.
Nei Play Off ci aspettiamo il massimo anche da parte del pubblico perché abbiamo bisogno di loro”.
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share