Il capitano alla Rosea: "Questo club vuole crescere"

03/01/2018

Il capitano alla Rosea: "Questo club vuole crescere"
VERONA - Oggi, alla vigilia del match contro Perugia, la Gazzetta dello Sport riporta le dichiarazioni di capitan Birarelli. Ecco i passaggi da sottolineare.

«Non ci siamo fatti mancare nulla, dalla scavigliata al tagliarsi una mano fino allo stiramento ed all’infortunio di Djuric – dice l’ex capitano azzurro – noi ormai ci scherzavamo anche su... Ogni settimana mancava sempre qualcuno. Proprio per questo non era affatto scontato che Verona ora fosse quarta in classifica, anzi... Aver superato, da gruppo, questi problemi ci darà ulteriore forza in futuro, ancora sappiamo di non aver fatto nulla ma adesso cerchiamo di superare qualche limite che ancora abbiamo.

Ora è troppo presto per pensare ai playoff. Anche perché la classifica nella sua “pancia” è cortissima, basta vincere o perdere un paio di partite e sei lì. Fra inferno e paradiso. Noi abbiamo ancora margini di miglioramento ma così anche altre squadre che sono in lotta con noi per il quarto posto. Contro Trento, Padova, Ravenna, Milano e Piacenza ad esempio sarà lotta fino alla fine. 

In questi giorni dobbiamo mettere via energie e allenamenti, perché fra poco si inizia a giocare ogni tre giorni, ci teniamo a fare bella figura in Coppa Cev e sono convinto riusciremo a trovare il modo per gestire il doppio impegno. Finora l’unico rammarico è la Coppa Italia: purtroppo proprio quest’anno le nuove regole hanno voluto ci giocassimo i quarti ad inizio stagione, quando non eravamo pronti.

Questa società ha voglia crescere. Fin dal primo giorno qui a Verona ho trovato persone vogliose di lavorare per un progetto a lungo termine. Questa è una società seria, con tanti sponsor del territorio e radici forti in città: c’è tanta voglia di guardare avanti, oltre a questo campionato».
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share