FIDAS Verona e BluVolley Verona insieme da 10 anni

27/06/2016

FIDAS Verona e BluVolley Verona insieme da 10 anni
Hanno seguito ogni partita della Calzedonia Verona dagli spalti, controllando gli accessi al palasport e accogliendo con un sorriso gli spettatori. La squadra dei donatori di sangue di Fidas Verona, una quarantina di volontari dalle inconfondibili magliette rosse, per tutta la stagione ha prestato servizio al PalaOlimpia, supportando la società in un compito impegnativo, ma svolto con passione.

Il gruppo di donatori si è ritrovato nei giorni scorsi al ristorante pizzeria “All’incontro” di Dossobuono per festeggiare questa collaborazione consolidata, che ha tagliato il traguardo dei 10 anni consecutivi. Dal 2006, infatti, le partite casalinghe della squadra sono seguite da Fidas Verona che, negli anni, si è adeguata alle esigenze della società sportiva, fino ad arrivare alla gestione della biglietteria nella stagione 2008/2009. Da allora, per quattro stagioni, il logo di Fidas Verona è finito sulle maglie da gioco della squadra. Un riconoscimento di tutto rispetto, concesso per la prima volta nella pallavolo della serie A1 a un’associazione del dono del sangue.

Sugli spalti, la presenza dei volontari di Fidas Verona ha rappresentato anche un segnale visibile per la promozione del dono di sangue, veicolato anche con dei “Fidas Day” all’interno del palasport. L’intuizione che questo potesse essere un luogo in cui veicolare l’importanza del dono risale ancora al 2002, col primo striscione rosso appeso sulle gradinate. «Di certo un’attività così prolungata nel tempo ha portato a conoscenza dei tifosi veronesi la preziosa attività della nostra associazione – sottolinea il presidente di Fidas Verona Massimiliano Bonifacio – La pallavolo è seguita dalle famiglie e dai giovani, che sono l’obiettivo della nostra promozione. Inoltre, attraverso lo sport si educa a un corretto stile di vita, necessario per chi vuol donare per molti anni».

Con un brindisi, i volontari del gruppo hanno messo nel cassetto la stagione 2015/2016, con ben 24 partite casalinghe seguite, tra campionato, Coppa Italia e Challenge Cup, il primo trofeo europeo conquistato dalla squadra gialloblù. «In tutti questi anni, l’attività è sempre stata garantita dalla presenza di decine di volontari Fidas provenienti da ogni angolo di Verona e provincia, disponibili a essere presenti quando necessario, anche nelle partite infrasettimanali e con cambi repentini di giorni e orari – evidenzia Stefano Tassini, segretario organizzativo di Fidas Verona e coordinatore dei volontari dagli inizi a oggi –. A tutti loro, per la grande dedizione dimostrata, va il nostro più sentito ringraziamento».
Per informazioni sull’associazione www.fidasverona.it o App Fidas Verona.
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share