Consar Ravenna-Calzedonia Verona 0-3

02/02/2019

Consar Ravenna-Calzedonia Verona 0-3
RAVENNA  - Quattro volte Verona. Quattro come le vittorie di fila in campionato dei gialloblù, l'ultima, piena, contro Ravenna, una squadra che al Pala De Andrè aveva vinto 6 volte sulle 8 complessive in campionato. Tre punti di squadra, arrivati grazie ad una Verona brava in difesa e sicura nel tenere in mano il match nei momenti caldi. Una vittoria arrivata davanti a due grandi della pallavolo, visto che in tribuna erano presenti Karch Kiraly (CT USA femminile) e Laurent Tillie (CT Francia maschile).

PRIMO SET – I gialloblù iniziano con la diagonale Spirito-Boyer, Birarelli-Solè, Kaziyski-Manavi, risponde Ravenna con Saitta-Rychlicki, Verhees-Russo, Raffaelli-Poglajen. Verona contratta all'inizio, Ravenna prende entusiasmo e vola sul 4-1, la parità arriva con l'ace di Boyer sul 9-9 che diventa presto 9-11 con il conseguente timeout chiamato da Graziosi. Il set diventa bellissimo, Sharifi entra bene in partita e Verona tiene sul 15-17, muro di Birarelli per il 16-19 e attacco fuori di Ravenna (e conseguente timeout dei padroni di casa) per il 16-20. Ravenna ricuce sul 18-20, Boyer (6 punti con 3 battute punto nel parziale) mette giù un altro ace, Spirito vola a muro (il secondo del set per il 18-23),Ravenna torna ancora sotto (22-23) ma qui sale in cattedra Matey Kaziyski (7 punti e 67% in attacco) che un punto pazzesco ed un ace chiude il set sul 22-25.

SECONDO SET –  Ravenna, con Lavia in campo al posto di Raffaelli, parte forte anche qui (4-0), ma Verona è brava a ricucire fino al 4-4 e portarsi in avanti dopo belle difese e attacchi precisi (anche qui decisivo il turno in servizio di Kaziyski). Verona si scioglie, arriva al 7-11 dopo due ace di Birarelli (3 totali nel parziale e 7 punti) ed un bel punto di Sharifi. I gialloblù tengono il break, accorciato fino al 15-17, Solè sale in cielo per il muro del 15-19. Ravenna non cede di un millimetro, si arriva al 19-21 sempre con Poglajen in battuta e Grbic chiama timeout. Boyer è clamoroso con un muro vitale per il 21-23, fino all'ace dello stesso francese per il 22-25.

TERZO SET -  L'inizio è più equilibrato dei precedenti due set, la parità a quota 8 è firmata ancora una volta da Solè. Verona si porta avanti con l'ace di Sharifi, fino al break dell'11-13 dopo il muro di Spirito. Ravenna non ci sta, la partita è tirata, si arriva al 15-18 dopo il muro di Solè su Argenta. Birarelli martella il primo tempo del 18-20, ed è lo stesso capitano a mettere giù il pallone del 19-23. L'ultimo pallone lo sbaglia Ravenna, per una vittoria splendida vittoria gialloblù!

Nikola Grbic: “Abbiamo affrontato una squadra molto pericolosa, sono contento di come è arrivata la vittoria, siamo stati bravi sia in battuta che in muro/difesa, potevamo gestire meglio alcuni break ma questa è una vittoria importante". 

Luca Spirito: "Questo 3-0 ci voleva, è la vittoria della squadra. Si vedono i risultati del lavoro che stiamo facendo in palestra e dobbiamo andare avanti su questa strada".

TABELLINO

CONSAR RAVENNA-CALZEDONIA VERONA 0-3
(22-25, 22-25, 20-25)

CONSAR RAVENNA: Russo 2, Rychlicki 18, Frascio (L) ne, Di Tommaso 0, Poglajen 5, Raffaelli 2, Saitta 5, Verhees 3, Goi (L), Argenta 2, Elia ne, Smidl ne, Marchini ne, Lavia 5. Coach: Graziosi.

CALZEDONIA VERONA: Pinelli ne, Giuliani (L) ne, Kaziyski 13, Alletti 0, De Pandis (L), Marretta ne, Birarelli 11, Boyer 16, Spirito 6, Manavinezhad 2, Sharifi 7, Solé 5, Magalini ne. All.: Grbic.

ARBITRI: Vagni, Saltalippi.

STATISTICHE 
Consar Ravenna: attacco 35%, ricezione 35% (perfetta 15%), muri 6, battute: aces 2, sbagliate 7.
Calzedonia Verona: attacco 46%, ricezione 44% (perfetta 24%), muri 10, battute: aces 9, sbagliate 11.

NOTE Spettatori: 2.412. MVP: Matey Kaziyski . Durata dei set: 30', 30', 29'. Totale: 89'.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share