Comunicazione dagli azionisti di BluVolley Verona - Comunicato stampa

23/07/2015

Comunicazione dagli azionisti di BluVolley Verona - Comunicato stampa
 Si riporta di seguito comunicazione dai soci di BluVolley Verona, già inoltrata a tutti i proprietari dei club di SuperLega e al Presidente della Lega Pallavolo Serie A. 
 
Facciamo seguito al Planning SuperLega Stagione 2015-16 ricevuto in data 20 luglio dall’amministratore delegato della Lega Pallavolo Serie A, Massimo Righi, per esternare tutte le nostre perplessità relativamente a quanto comunicatoci.
Siamo sconcertati dalla proposta di planning ricevuta, una proposta che di fatto ha presentato un calendario di regular season di solamente quattro mesi. E’ dequalificante per il nostro sport e per tutto il movimento poter contare su una durata così ridotta. Dequalificante per noi proprietari che, come sicuramente sapete, mettiamo impegno fisico ed economico in tutte le nostre società per passione e per un forte sentimento verso questo sport. Ora ci chiediamo: con quale spirito si può affrontare un campionato sempre più risicato negli spazi e nella durata? Con quale appeal ci possiamo presentare a potenziali aziende sponsor che cercano visibilità? Sappiamo perfettamente che il calendario è compresso da quello internazionale, ma cosa è stato fatto negli ultimi anni per ovviare a questo spazio sempre più risicato per i club che sono il fondamento di questo sport?
E’ assolutamente indispensabile intensificare il calendario e le giornate dei play off scendendo in campo ogni due giorni, comprimendo così il tempo del post season e lasciando più spazio alla stagione regolare che eviterebbe in questo modo molti turni infrasettimanali.
Non possiamo esimerci dal ricordare il lavoro che il campionato italiano di basket ha svolto negli ultimi anni e non possiamo esimerci dal ricordare a tutti la visibilità che ha goduto nel finale di stagione negli ultimi due campionati con passaggi su reti importantissime (Rai 2 e Rai 3) mentre il volley mestamente se ne stava in panchina con la stagione già ampiamente conclusa. Il nostro volley, il nostro movimento e le nostre squadre, non possono continuamente lasciare spazio a discapito di altri sport ma a questo punto, non vorremmo essere costretti a pensare che qualcuno sposi progetti come quello presentato per favorire la visibilità di altri sport.
Troviamo ampiamente demotivante proseguire su questa strada e non escludiamo una possibilità di lasciare il mondo del volley. BluVolley Verona, negli ultimi anni, è stata l’unica società a portare all’interno del movimento uno sponsor di caratura internazionale come Calzedonia la quale, però, lamenta quanto scritto sopra ovvero la scarsa durata del campionato. Crediamo inoltre che sia inutile proseguire con una Commissione che proponga e che studi nuove potenzialità sulla stagione se poi queste vengono recepite solamente in piccolissima parte dagli organi attuativi. 
E’ arrivato il momento che qualcuno proponga in maniera seria, competente e qualificata un progetto di rilancio del nostro sport. Un progetto vero, in linea con le necessità aziendali dei potenziali sponsor e in linea con la visibilità che altre discipline sono in grado di offrire. Solamente così, in maniera unita e coinvolgendo tutte le componenti dello sport (dalle società, alle Leghe, alla Federazione), si può puntare al rilancio della pallavolo. Un progetto, però, che poi deve trovare un vero responso pratico.
 
f.to
Stefano Magrini per BluVolley Verona
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share