#CevCup, "Parola di scout": conosciamo Ankara

12/03/2018

#CevCup, "Parola di scout": conosciamo Ankara
VERONA - Domani sera i gialloblù affronteranno Ziraat Bankasi Ankara, nella gara di andata di semifinale di Coppa Cev, un appuntamento importante e fondamentale per il proseguimento del percorso in Europa.

Per conoscere meglio gli avversari, ecco l'analisi dal punto di vista tecnico-tattico della squadra turca, a cura del nostro scoutman Fabio Dalla Fina.

"Lo Ziraat Ankara, dopo la rescissione del contratto al tedesco Kaliberda e con il serbo Nikic ancora infortunato, schiera in posto 4 due giocatori dall’alto terminale offensivo: l’italiano Oleg Antonov e il polacco Bartosz Kurek infatti sanno mettere in difficoltà le squadre dando molta pressione sia in servizio che in attacco,  con numeri di efficienza molto alti.

L’opposto è il nazionale polacco Dawid Konarski, titolare inamovibile sin dall’inizio della stagione e autentico trascinatore dei suoi in questo inizio di playoff, dove ha portato proprio mercoledì lo Ziraat a gara 3 contro l’Instanbul BBSK (50% di efficienza per lui nell’attacco dopo ricezione), perdendo poi al tie break e uscendo dalla corsa allo scudetto.

Il resto del sestetto è composto da nazionali turchi: il palleggiatore Kiyak predilige un gioco veloce anche con palla staccata con tutti i suoi compagni, i centrali Sahin e Savas sono due ottimi muratori (solo nell’ultimo mese e mezzo 45 le stoppate vincenti per loro in due), ma completi anche in attacco e nel fondamentale di battuta, il primo con una salto float da non sottovalutare e il secondo con una salto spin poco fallosa ed estremamente potente.

Il libero Done completa lo starting six  riuscendo molto bene nel compito coprire ed aiutare il più possibile Kurek e Antonov in ricezione, scaricandoli il più possibile da questo fondamentale."
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share