Castelnovo ne' Monti Volley Cup: La Calzedonia Verona Under 16 conquista l'argento

21/04/2019

Castelnovo ne' Monti Volley Cup: La Calzedonia Verona Under 16 conquista l'argento
VERONA - La Under 16 di coach Roberto Rotari si mette al collo la medaglia d'argento del Castelnovo ne' Monti Volley Cup.

La prima gara, giovedì scorso, ha visto i gialloblù vincere 3-0 contro Bellaria Igea Marina (25-15; 25-23; 26-24). Calzedonia parte fortissima nel primo set, cogliendo di sorpresa gli avversari. Gli altri due parziali sono più difficili, i romagnoli si riprendono e la gara trova un equilibrio fino al risultato finale, con un'ottima prova in attacco di Leonardo Squara.

La seconda gara, venerdì 19 aprile, è Vtc Sandonà - Calzedonia Verona, terminata 2-1 (25-21; 18-25; 25-22). Una partita fra due squadre che si sono già affrontate nel campionato regionale. I veronesi si trovano in difficoltà inizialmente, mentre la precisione del secondo set consente di guadagnare un vantaggio consistente gestito nel finale. Terzo parziale equilibrato, ma la concretezza veneziana in attacco incide sulla vittoria del match. Buona prova dei liberi Rubinaccio e Penzo, nella rispettive fasi.

Ultima gara del venerdì, Calzedonia Verona-Bergamo 3-0 (25-12; 25-13; 25-11). Verona deve fare bottino pieno per guadagnare l’accesso alle semifinali, e lo fa nel migliore dei modi. Una fase di cambio palla precisa e un gioco piacevole danno la possibilità di rendere protagonisti tutti i ragazzi convocati. Da sottolineare la precisione di Zanovello e Aprili nel coinvolgere gli attaccanti.

Con 7 set vinti e 2 persi, la BluVolley passa come prima squadra del girone, affrontando in semifinale Kosmos Albertina.

Ieri mattina, i gialloblù hanno strappato anche l'ultimo pass con un'ottima gara, terminata 0-2 (22-25; 21-25). Veronesi aggressivi a muro e attenti in difesa. Una buona prestazione in ricezione e pochi errori in attacco permettono di vincere in soli 2 set la semifinale (gara al meglio dei 3 set). Top scorer della gara, capitan Guardavascio che, oltre ai molti attacchi messi a segno, si fa sentire anche al servizio.

Nel pomeriggio, tocca dunque alla finale, Calzedonia Verona-Milano Vittorio Veneto, terminata 0-3 (25-27; 25-21; 25-20)
Davanti al pubblico numeroso di Castelnuovo ne’ Monti, le due formazioni riescono ad esprimere una buona pallavolo. Verona è orfana del centrale Gatti, infortunatosi alla caviglia nella gara con Bergamo, spazio a Carosi che lo sostituirà in maniera ottimale. Il primo set è già decisivo, con molto equilibrio in campo, scambi prolungati, molte energie spese. L’esito non premia gli sforzi dei gialloblù, ottimamente guidati da un Massafeli a tratti irresistibile in attacco. Le squadre si inseguono a distanza, con i milanesi che danno da subito l’impressione di avere qualcosa in più in attacco. Verona ci prova con difesa e contrattacco, ma non basta. Nel terzo parziale, le energie nervose veronesi sembrano essere minori. Gli inserimenti di Mezzani al servizio per un provato Guardavascio, e l’alternanza Aprili-Artoni per Zanovello-Squara riaccendono le speranze, ma non bastano.

Coach Roberto Rotari: ”È stata una tre giorni splendida per la location, per il tifo che ci ha seguito e per l’ottima organizzazione di questo torneo. Sono molto soddisfatto dei miei ragazzi, che hanno interpretato al meglio ogni occasione che si è presentata in campo e fuori. Abbiamo giocato al massimo del nostro livello, e ho visto tutti i ragazzi scendere in campo determinati, dando un apporto positivo. Sono davvero contento di aver avuto l’opportunità di allenare un gruppo come questo, i progressi visti nei singoli rimangono la soddisfazione più grande di questa stagione sportiva”.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share