Calzedonia Verona si prepara alla trasferta di Sora. All'andata finì 3 a 1 per i gialloblu

13/01/2017

Calzedonia Verona si prepara alla trasferta di Sora. All'andata finì 3 a 1 per i gialloblu
Siamo quasi al giro di boa del girone di ritorno del campionato di Superlega e la Calzedonia Verona si prepara, domenica 15 gennaio, a scendere nel Lazio per affrontare la Biosì Indexa Sora, allenata dall’ex Bruno Bagnoli. Sora che rappresenta per i ragazzi di Grbic una vera bestia nera. E’ ancora tangibile e sotto la memoria di tutti la sconfitta e l’eliminazione dagli ottavi di Coppa Italia, arrivata con un netto 3 a 0. Le cose però, nell’ultimo mese, sono cambiate e Verona, con l’arrivo in panchina del nuovo coach, ha ritrovato gioco, fiducia, serenità e determinazione. Sono solo due i precedenti fra le due squadre: il già citato match degli ottavi di Coppa Italia e la partita del girone di andata che si concluse con la vittoria di Bara e compagni per 3 a 1. Una vittoria netta, ma allo stesso tempo sudata, che vide una quarto set molto combattuto e terminato sul filo del rasoio, a favore degli scaligeri, per 28 a 26. All’andata, il protagonista della serata fu Uros Kovacevic, premiato come MVP. Un ottobre d’oro per il giocatore serbo (nominato per tre volte migliore in campo), premiato dalla Lega come MVP del mese. Calzedonia arriva a Sora con alle spalle tre vittorie nette con Piacenza, Monza e Ravenna, mentre la squadra di Bagnoli è reduce da quattro sconfitte di fila, l’ultima mercoledì contro Modena in Coppa Italia. “Uno a uno, palla al centro”: una partita fondamentale, che rappresenta per Calzedonia l’occasione di dare continuità al proprio gioco e di rimanere incollata all’ambizione del quarto posto in campionato. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share