Calzedonia Verona - Revivre Axopower Milano 0-3

24/02/2019

VERONA – La Calzedonia Verona non riesce a compiere l’impresa di arrestare la corsa della Revivre Axopower Milano. La squadra dell’ex Giani prosegue il suo percorso da imbattuta, portando via tre punti da un Agsm Forum che non ha mai smesso di spingere i gialloblù. Resta l’amarezza per un primo set infuocato, in cui la Calzedonia sembrava poter strappare il parziale. Ma poi un po’ di confusione e la battuta inesorabile dei meneghini ha chiuso i conti.

1° set: Verona scende in campo con Spirito-Boyer, Birarelli-Solé, Kaziyski-Manavi. Si parte con Manavi alla battuta, i primi scambi vedono Milano guadagnarsi un vantaggio (4-7) con Sbertoli in battuta e gli attacchi di Kozamernik. La gran pipe di Boyer e il lunghissimo lo scambio del 7-9, riequilibrano il match, e con le battute di Solé e l’attacco di Kaziyski arriva il 9-9 pari. Break positivo gialloblù che porta sul 16-11 grazie a un irresistibile Kaziyski, ottimo lavoro anche per il muro scaligero. L’Agsm Forum si infiamma, ma Milano non ci sta, con due ace di Hirsch si torna sul punto a punto, e il set diventa un duello: prima Solé poi Kaziyski portano al set ball, ma il mani-out di Clevenot e poi Kozamernik ribaltano il vantaggio all’ultimo.

2° set: Parte fortissimo Milano, Kozamernik è temibile in battuta, arrivano altri due ace e Milano va sul 0-5. Verona fatica a opporsi alla forza d’impatto degli ospiti, l’ex Maar fa male in battuta. Dalla panchina gialloblù provano ad arrivare forze fresche con Marretta, Alletti e Pinelli, ma il divario ormai è troppo grande, non basta il break di tre punti, l’errore in battuta di Alletti determina la fine del set.

3° set: Più equilibrato il terzo set, in cui le due squadre giocano punto a punto per la prima parte (5-7); poi Milano riesce di nuovo a creare un break favorevole. Verona all’inseguimento, sul 14-20 la schiacciata di Abdel-Aziz carica i suoi, ma i gialloblù lottano con generosità. Il muro di Spirito vale il 17-22, ma Milano conquista il match ball con Abdel-Aziz; Manavi dice di no, ma è solo un rimandare la chiusura del match.


Nikola Grbic: “Contro Trento le aspettative erano più basse, e questo ci ha portato a fare una bella partita. Milano è la diretta concorrente in classifica, ci siamo bloccati, va rivisto l’aspetto mentale della gara. Anche se avessimo vinto il primo set il discorso non sarebbe cambiato molto, tutto dipende da come giochi, questo è uno sport che non si gioca a tempo, i set vanno guadagnati sul campo, giocando finché non cade l’ultima palla. Mi dispiace per questa occasione persa, visto il loro calendario più difficile, ma pensiamo un passo alla volta, domenica prossima ci aspetta Padova, che avrà voglia  di rifarsi davanti al proprio pubblico”.


TABELLINO
CALZEDONIA VERONA – REVIVRE AXOPOWER MILANO 0-3 (24-26, 15-25, 19-25)
CALZEDONIA VERONA: Pinelli 0, Giuliani (L), Kaziyski 10, Alletti 3, De Pandis (L), Marretta 1, Birarelli 4, Boyer 13, Spirito 2, Manavinezhad 4, Sharifi 0, Solé 3, Magalini ne. All.: Grbic
REVIVRE AXOPOWER MILANO: Abdel-Aziz 14, Hoffer (L), Basic ne, Kozamernik 6, Izzo 0, Sbertoli 1, Maar 15, Hirsch 4, Gironi ne, Piano 4, Bossi 1, Clevenot 13, Pesaresi (L). All. Giani.
ARBITRI: Puecher, Rapisarda.
STATISTICHE
Calzedonia Verona: attacco 42%, ricezione 41% (perfetta 22%), muri 5, battute: ace 1, sbagliate 13
Revivre Axopower Milano: attacco 54%, ricezione 45% (perfetta 23%), muri 6, battute: ace 9, sbagliate 11
NOTE
Spettatori: 3854. MVP: Abdel-Aziz (Revivre Axopower Milano). Durata dei set: 30’; 26; 29’. Totale: 85’
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share