Calzedonia stupenda! Benfica sconfitto e i gialloblù volano in finale di Challenge Cup

20/03/2016

Calzedonia stupenda! Benfica sconfitto e i gialloblù volano in finale di Challenge Cup
La Calzedonia Verona vola in finale di Challenge Cup. I gialloblù di Andrea Giani si impongono per 3 a 1 sul campo del Benfica Lisbona ribaltando così il risultato dell’andata (sconfitta per 3 a 2). La Calzedonia Verona offre una prestazione maiuscola, fatta di grande determinazione tecnica e tattica. Vince il primo set con facilità, perde il secondo ma rialza brillantemente la testa sfoderando una grandissima prestazione nei due set successivi. 
La Calzedonia Verona scende in campo con la formazione tipo: Baranowicz in cabina di regia, Starovic opposto, Zingel ed Anzani al centro, Sander e Kovacevic schiacciatori e Pesaresi libero. Il primo break è della Calzedonia Verona che si porta sul 3 a 4 dopo aver rincorso nelle prime fasi di gioco. Kovacevic schiaccia la palla del 4  6 e Starovic quella del +3 sfruttando al meglio turno al servizio di Zingel. La Calzedonia Verona accelera ancora; Pesaresi è protagonista di due difese super e nelle azioni di contrattacco i gialloblù non sbagliano arrivando sul 10 a 16. Nel finale la Calzedonia continua nella sua corsa praticamente perfetta. Difese, battuta e un grande attacco portano i gialloblù alla conquista del primo parziale: 15-25.
Nel secondo set il Benfica ritrova i servizi incisivi che avevano caratterizzato la gara di andata. Dalla linea dei nove metri la formazione di casa mette in difficoltà la seconda linea gialloblù. La formazione di casa, al primo time out tecnico conduce per 8 a 5, un vantaggio che i galloblù di Andrea Giani non riescono più a recuperare. L’ace di Sander riavvicina le due squadre sul -3 (14-11) ma nel finale ancora una volta la formazione di casa allunga e passa dal 18 a 15 al 21 a 15. Nel finale, il Benfica si impone per 25 a 19. 
Grande reazione della Calzedonia Verona all’inizio del terzo set. Il tecnico del Benfica è costretto al time out sull’1 a 5 dopo un muro perfetto di Zingel. Anche dopo il primo time out tecnico, i gialloblù mantengono il vantaggio. Zingel schiaccia il 6 a 12 smarcato perfettamente da Baranowicz ma la gara torna ad essere equilibrata con le due formazioni che si rincorrono nel punteggio. Sette i punti di distacco tra le due formazioni al secondo time out tecnico ma al rientro in campo aumentano subito per il fallo al palleggio di Renan (9-17). Il Benfica inverte la diagonale principale inserendo Oliveira al palleggio e Llanes opposto ma l’equilibrio in campo non cambia. La Calzedonia non abbassa la guardia e vince il terzo set per 16 a 25. 
Il primo vantaggio della Calzedonia Verona nel quarto set è firmato da Zingel che chiude a muro su Gaspar. L’errore in attacco di Starovic riporta avanti i padroni di casa (6-5) Pesaresi e Kovacevic strappano applausi per il 6 a 7, il primo protagonista in difesa e il secondo in attacco. L’atmosfera si scalda punto dopo punto e i padroni di casa allungano sul 9 a 7. Starovic e Zingel annullano subito il doppio vantaggio portoghese (9-9) poi il Anzani mura per l’11 a 13 e l’invasione di Gaspar porta i giallobloù sull’11 a 14. Le vibranti proteste del Benfina constano alla formazione locale un cartellino rosso (11-15). Il break della Calzedonia prosegue, si porta sul 12 a 20 e può gestire così i punti finali. La festa gialloblù scatta sul 14 a 25. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share