Calzedonia spettacolo. Vittoria per 3 a 1 contro Piacenza, stupenda rimonta nel 4° set

15/11/2015

Calzedonia spettacolo. Vittoria per 3 a 1 contro Piacenza, stupenda rimonta nel 4° set
La Calzedonia Verona vince la sfida di mezzogiorno contro la LPR Piacenza. L’anticipo della quinta giornata sorride ai gialloblù di Andrea Giani che conquistano tre punti preziosi per la propria classifica e il terzo successo consecutivo dopo Molfetta e Latina; in attesa delle altre gare, i gialloblù salgono al primo posto in classifica generale assieme alla DHL Modena. 
Uros Kovacevic è ancora una volta MVP del match e miglior marcatore dell’incontro con 19 palloni a terra. Verona gioca con grande determinazione, mette a segno 11 muri punto e 8 ace ma soprattutto dimostra grande cuore nel quarto parziale recuperando cinque punti di svantaggio nel finale. 
Andrea Giani conferma la formazione che ha conquistato le due vittorie consecutive in trasferta con Baranowicz in cabina di regia, Starovic opposto, Zingel e Anzani al centro, Kovacevic e Sander schiacciatori e Pesaresi libero. Piacenza risponde con Coscione, applauditissimo ex, palleggiatrore, Luburic opposto, Tencati e Patriarca centrali, Zlatanov e Perrin schiacciatori e Manià libero. 
Verona scappa nel punteggio già nelle prime battute. Il turno al servizio di Sander propizia il break dei gialloblù che allungano fino al 7 a 4. Piacenza recupera punto dopo punto grazie ad alcune buone difese poi il turno al servizio di Patriarca mette in difficoltà Verona che passa in svantaggio sul 14 a 15. Il muro gialloblù torna a farsi sentire: Zingel e Anzani firmano due punti consecutivi poi l’ace di Bellei porta la Calzedonia sul 17 a 15. Il finale è giocato punto su punto. I padroni di casa continuano ad giocare con percentuali altissime in attacco (58% di squadra), poi Kovacevic si rende protagonista di un’azione incredibile: salva di piede davanti al segnapunti e successivamente mura per il 23 a 22. Sempre il serbo mette a segno il ultimi due punti, andando a segno prima in attacco e poi a muro per il 25 a 23 finale. 
Spettacolo anche ad inizio di secondo set: Sander va a segno schiacciando di sinistro e Starovic colpisce dalla linea dei nove metri per il 4 a 2. Poi è Baranowicz e strappare applausi, mandando a segno Zingel in primo tempo per il 7 a 4. La Calzedonia continua nella sua marcia, trovando quasi sempre le giuste soluzioni offensive. Giuliani manda in campo Ter Horst, altro ex di turno, che prova a riavvicinare Piacenza sul 15 a 11. Verona ritrova concentrazione; Anzani mette giù il 20 a 13 a muro, e ipoteca il set in favore della Calzedonia che non si ferma più. Si chiude sul 25 a 15, con il muro di Zingel.
Piacenza conquista punti pesanti in avvio di terzo set con Kohut e Patriarca dal centro. Coscione mette a segno l’ace del 7 a 10, con Giani che chiama time out per interrompere il break della formazione ospite. Piacenza vola fino all’8 a 14 con il muro di Kohut su Anzani e la ricezione lunga di Sander chiusa di prima intenzione da Zlatanov. Perrin conquista l’ace l’azione dopo e Giani manda in campo prima Gitto e poi Lecat; la Calzedonia prova a recuperare ma nel finale Piacenza mantiene il vantaggio e mette a terra i punti decisivi. Luburic conquista la palla set sul 18 a 24, poi lo conquistano sul 20 a 25.
Inizio di terzo set nervoso, con molti errori in entrambi in campi. Piacenza riesce a conquistare un break di vantaggio sul 7 a 9; la Calzedonia prova il recupero ma sbaglia troppo nella azioni di rigiocata. Kohut mette a segno l’ace dell’8 a 12 ma azione dopo azione i gialloblù recuperano lo svantaggio. Baranowicz mette a segno l’ace del 14 a 15, poi Kovacevic spara out la palla del pareggio. Sul servizio di Kohut, Piacenza allunga di nuovo con Luburic che schiaccia il 16 a 19. Sander manda out (16-20) ma la Calzedonia Verona non si da per vinta. Giuliani è costretto al time out sul 20 a 21, dopo il doppio punto di Kovacevic che riaccende l’entusiasmo di Verona. L’errore di Zlatanov e l’ace di Sander portano avanti la Calzedonia (22-21) che poi va a segno con Kovacevic. Finale bellissimo, si chiude con l’errore in attacco di Perrin. La Calzedonia vince anche il quarto set per 25 a 23. 

 
CALZEDONIA VERONA - LPR PIACENZA 3-1 (25-23, 25-15, 20-25, 25-23)
CALZEDONIA VERONA: Zingel 7, Kovacevic 19, Pesaresi (L), Gitto 2, Lecat 2, Spirito, Baranowicz 3, Starovic 17, Bellei 1, Sander 14, Anzani 4. Non entrati Frigo, Bucko. All. Giani. 
LPR PIACENZA: Manià (L), Coscione 1, Kohut 9, Ter Horst 2, Perrin 15, Papi, Patriarca 8, Zlatanov 10, Luburic 13, Tencati 2, Tavares Rodrigues. Non entrati Sedlacek, Cottarelli. All. Giuliani. 
ARBITRI: Cappello, Puecher. 
NOTE - Spettatori 2318, durata set: 28', 22', 29', 29'; tot: 108'.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share