Calzedonia, buona la prima. Vittoria nel test match di Padova

18/09/2015

Calzedonia, buona la prima. Vittoria nel test match di Padova
 Tonazzo Padova – Calzedonia Verona 1-3 (25-20, 26-28, 24-26, 20-25)
Calzedonia Verona: Zingel 10, Gitto 8, Lecat 15, Spirito 2, Frigo (L), Baranowicz 4, Bellei 6, Bucko 14, Savani 18, Zanini. All. De Cecco. 
Tonazzo Padova: Bassanello (L), Leoni 1, Orduna 4, Giannotti 21, Volpato 9, Averill 4, Diamantini 5, Costa 1, Lazzaretto 8, Bacchin. All. Baldovin
 
PADOVA - Vittoria della Calzedonia Verona nell’amichevole di Padova. I gialloblù si sono imposti con il punteggio di 1 a 3, recuperando dopo il primo set perso con due parziali vinti ai vantaggi e e l’ultimo guidato con sicurezza dall’inizio alla fine. 
La Calzedonia Verona è scesa in campo con Baranowicz in cabina di regia, Bellei Opposto, Zingel e Gitto al centro, Savani e Bucko schiacciatori e Frigo libero. Riposo programmato per Nicola Pesaresi. Ampio spazio anche per tutti gli altri componenti della panchina, utilizzati a rotazione dal tecnico De Cecco. 
La Tonazzo parte subito forte e dopo il 3 a 1 di Giannotti, mette a segno un altro break con Averill che chiude a muro sul 5 a 1. La Calzedonia fatica in attacco e De Cecco chiama il primo time out dell’incontro. Al rientro in campo Bellei va subito a segno (5-2) ma Padova mantiene le distanze nelle azioni successive. Bella l’intesa Baranowicz – Zingel per l’11 a 8, poi Savani, con due ace consecutivi, ristabilisce la parità (12-12).
La gara si fa equilibrata per qualche azione, poi Padova scappa ancora e si porta sul 18 a 15, messo a terra da Giannotti. La Calzedonia, con determinazione, si riporta nuovamente sotto. Sul 19 a 18, Spirito rileva Baranowicz e Lecat entra per Bellei ma il doppio errore in attacco di Bucko manda Padova sul 24 a 19. Si chiude sul 25 a 20.
Nel secondo parziale, Lecat viene schierato al posto di Bucko. Il parziale parte subito in maniera equilibrata. Le due formazioni si distanziano di qualche punto fino al 12 a 11 per la Tonazzo, dopo il fallo al palleggio di Savani. Padova allunga fino al 15 a 13, poi Verona torna in parità. Ci pensano prima Bellei (17-17), poi Savani (18-18). Si arriva pari fino alle ultime battute del parziale quando Gitto mette a terra il 25 a 24, ma non è finita. Spirito, a muro, segna il 26 a 25 fermando così una rigiocata dei padroni di casa, poi il parziale viene chiuso sul 28 a 26 dall’ace di Savani. 
Nel terzo parziale, Bucko sostituisce Bellei come opposto. La Tonazzo si porta sul 3 a 1, prima di essere raggiunta con un break firmato Lecat. Due errori in attacco di Verona, un ace fortunoso di Lazzaretto e una bella rigiocata della Tonazzo, portano Padova sul 7 a 3. Zingel dà il la per il recupero che arriva con il pareggio (8-8) firmato da Gitto; Calzedonia rimane aggrappata a Padova con Gitto e Lecat (10-10) ma subito dopo arriva il vantaggio firmato da Bucko, abile a chiudere da zona due. Proprio lo schiacciatore polacco, si rende protagonista con due ace consecutivi, ai quali va aggiunto anche l’attacco di Savani (13-16). Padova recupera, le ultime azioni sono giocate punto su punto. Giannotti replica a Gitto (23-23), poi Savani e l’invasione a muro di Padova chiudono sul 24 a 26.
L’inizio di quarto parziale è tutto della Calzedonia. Gitto e Zingel sono i due protagonisti: il primo dalla linea dei nove metri e il secondo padrone assoluto della rete. Verona vola sullo 0 a 4, poi allunga fino al 2 a 10, firmato da Baranowicz. Durante il set Padova prova a reagire, si riavvicina ma la Calzedonia mantiene sempre un vantaggio consistente. L’ace di Savani (13-19) è il preludio alla vittoria finale che arriva sul 20 a 25. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share