Birarelli: "Squadra molto competitiva: ci sarà da divertirsi"

06/08/2018

Birarelli: "Squadra molto competitiva: ci sarà da divertirsi"
VERONA – Ecco l’intervista che il quotidiano L’Arena ha realizzato con capitan Birarelli, in edicola oggi.

Tutti dicono che sarà anche il più bello e spettacolare nella storia della A1. Sarà davvero così?

«Dalle premesse sembra proprio che assisteremo ad un torneo che non ha precedenti. Moltissimi campioni sono arrivati in Italia, il livello di tutte le squadre si è alzato, non vedo l'ora di cominciare perché credo sarà davvero un'emozione partecipare al 74esimo campionato di A1».

Campionato a parte per le solite quattro corazzate?

«Perugia e Civitanova sono nuovamente di una spanna sopra le altre. Ancora più forti rispetto all'anno scorso grazie all'innesto di alcuni tra i più forti giocatori al mondo. Modena e Trento restano formazioni di altissimo livello: una ha ingaggiato Zaytsev, l'altra Grebennikov, il libero più forte in circolazione. Sulla carta, le solite quattro sembrano destinate a dettare ancora legge».

Sarà più difficile per Calzedonia staccare il pass per i play off?

«Di scontato non c'è niente e la prossima stagione ci saranno ancor più squadre che lotteranno per arrivare dal quinto all'ottavo posto. Il fatto, poi, che sono state reintrodotte le retrocessioni ha fatto sì che anche quelle in fondo alla classifica hanno dovuto rafforzarsi. Se già lo scorso anno per noi non è sempre stato facile battere anche l'ultima della classe, ora sarà ancora più difficile; i risultati non saranno scontati».

Come è cambiata Calzedonia rispetto alla scorsa stagione?

«È una squadra molto competitiva, coperta in ogni reparto, dove tutti i giocatori possono entrare. Potrà contare su un giovane ma talentuoso opposto come Boyer che può ancora crescere molto. Una squadra con molti margini di miglioramento».

Confermata anche per la prossima stagione la scelta di poter contare su quattro centrali.

«E tutti possono giocare senza problemi. Grozdanov lo ha già dimostrato la scorsa stagione, ora sono arrivati Alletti e Solè, che ha giocato con me a Trento, per cui come torri sono davvero contento della scelte operate dalla società».

In chiusura di mercato BluVolley si è assicurata Christian Savani, oltretutto come lei un ex capitano della nazionale. Quale contributo potrà dare a Calzedonia?

«Sono felice che sia arrivato a Verona. È un campione che potrà dare una grossa mano anche in allenamento, e questo non è secondario perché le partite sono frutto di quanto hai lavorato in settimana e, con tanti giovani in squadra, la sua esperienza ci sarò sicuramente utilissima».

Ai tifosi cosa si sente di promettere?

«Che lotteremo su ogni pallone, è nel nostro Dna. Ma dobbiamo fare qualcosa di più: la scorsa stagione Calzedonia si è comportata molto bene con le squadre che stavano dietro, con quelle davanti è andata sempre male. Vorrei che potessimo prenderci qualche soddisfazione anche contro le prime della classe».

Alla seconda e terza giornata arrivano Perugia e Civitanova. Preoccupati?

«No. Però dobbiamo vincere l'esordio a Monza, e poi le corazzate è meglio affrontarle subito».
 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share