Al PalaOlimpia c'è Molfetta. Domenica (ore 18.00) la Calzedonia a caccia del bottino pieno

23/01/2016

Al PalaOlimpia c'è Molfetta. Domenica (ore 18.00) la Calzedonia a caccia del bottino pieno
 La Calzedonia Verona torna in campo nel campionato di SuperLega. Dopo il successo europeo contro il Galatasaray, i gialloblù di Andrea Giani puntano a riprendere la propria corsa in regular season dopo la sconfitta al tie break sul campo di Modena domenica scorsa. L’appuntamento è per domenica, al PalaOlimpia, quando alle ore 18.00 arriverà l’Exprivia Molfetta. 
Per la Calzedonia Verona il test contro la formazione turca ha dato buone indicazioni in campo ma il nuovo l’avversario che si affronterà al PalaOlimpia obbliga a mantenere altissima la concentrazione. “Molfetta è una squadra che gioca molto bene a pallavolo – ha dichiarato Andrea Giani - E’ dietro alle big in classifica generale ed è una squadra che ha vinto contro grandi squadre. Hanno una diagonale palleggiatore – opposto di primo livello ma è tutto il sistema di gioco che è di buon livello, dalla battuta all’attacco. E’ una partita delicata, da affrontare e approcciare molto bene con qualità. Le partite si vincono se hai qualità in campo; gli stimoli ci sono perché vogliamo continuare a vincere dopo la battuta d’arresto di Modena. Ci sono i presupposti per fare una grande partita ma di fronte abbiamo un grande avversario”.
Il tecnico della Calzedonia Verona, successivamente, ha proseguito: “Dobbiamo fare valere la forza della squadra, la tecnica e la qualità. Se vogliamo vincere questa partita dobbiamo giocare bene in tutte le fasi: dalla fase break al cambio palla. Molfetta è una squadra che in fase di cambio palla ha dei grandi attaccanti, possono anche ricevere male ma possono contare su degli atleti molto abili nella fese offensiva. Nella loro fase break battono molto bene per cui si può andare sotto in ricezione ma bisogna lavorare bene in attacco e con il proprio sistema di gioco. E’ una squadra molto quadrata, Montagnani sta lavorando bene e ha dato una bella impronta di gioco”.
Una delle note più positive della gara contro il Galatasaray è stato il progressivo miglioramento dei giocatori precedentemente infortunati. Giani, però, guarda oltre: “Non abbiamo avuto la possibilità di lavorare con tutti i giocatori quando siamo stati fermi. Ci sono venuti a mancare gli schiacciatori, in questo non siamo stati aiutati dalla dea bendata. Ma questo non è un problema non dobbiamo avere alibi, abbiamo ripreso a lavorare sul nostro sistema di gioco. Contro Modena abbiamo fatto una bella prestazione, mercoledì in Coppa abbiamo vinto contro una buona squadra, però dobbiamo concentrarci molto sul nostro sistema di gioco perché quello può fare la differenza. Poi, una volta recuperati tutti i giocatori andremo a regime ma ora siamo ancora in una situazione di emergenza e tutto quello che abbiamo lo dobbiamo mettere in campo”.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share