Al Benfica l'andata della Semifinale di Challenge Cup. Domenica ritorno a Lisbona

16/03/2016

Al Benfica l'andata della Semifinale di Challenge Cup. Domenica ritorno a Lisbona
 CALZEDONIA VERONA - BENFICA LISBOA 2-3 (25-18, 24-26, 16-25, 25-21, 12-15)
CALZEDONIA VERONA : Zingel 10, Kovacevic 12, Pesaresi (L), Gitto, Lecat 2, Spirito, Baranowicz 3, Starovic 17, Bellei 1, Sander 20, Anzani 10. Non entrati Bucko. All. Giani. 
BENFICA LISBOA : Bertassoni 1, Duff 10, Reis Lopes 2, Silva Reis 11, Gelinski, Casas (L), Lucas Gaspar 11, Oliveira 1, Kolev 15, Llanes Diaz 1, Soares 20. Non entrati Van Werkhoven. All. Jardim. 
ARBITRI: Jettkandt Daniël - Popovic Tomislav. NOTE - durata set: 25', 28', 24', 27', 16'; tot: 0'. Calzedonia VERONA : Battute errate 10, Ace 9. Benfica LISBOA : Battute errate 9, Ace 8.
 
Verona- Il Benfica Lisbona vince la gara di andata della semifinale di Challenge Cup. Contro la Calzedonia Verona i portoghesi centrano la vittoria al tie break portandosi così in vantaggio nella serie. 
Per la Calzedonia Verona le possibilità di passaggio del turno sono tutte legate alla vittoria piena nel match di ritorno, in programma domenica alle ore 16.00 a Lisbona.
La Calzedonia Verona scende in campo con la formazione tipo: Baranowicz in cabina di regia, Starovic opposto, Zingel ed Anzani al centro, Sander e Kovacevic schiacciatori con Pesaresi libero. 
Il Benfica risponde con Paulo Renan palleggiatore, Gaspar opposto, Duff e Soares centrali, Lopes e Kolev schiacciatori con Casas libero. 
La Calzedonia Verona parte subito forte. Kovacevic e Anzani mettono in difficoltà la ricezione portoghese e i padroni di casa volano sul 5 a 1. Zingel, in attacco e a muro, consolida il vantaggio della Calzedonia mentre il Benfica continua a faticare soprattutto in ricezione e in attacco. Dopo il secondo time out tecnico il Benfica recupera fino al 17 a 14 con Soares che trova punti a ripetizione. Nel finale la Calzedonia Verona torna a colpire in attacco e si aggiudica il primo parziale sul 25 a 18. 
Il Benfica parte meglio nel secondo parziale, trovando maggiore continuità in attacco e soprattutto in difesa che consente di rigiocare più azioni e di conquistare un break di vantaggio (4-6). Kovacevic e l’ace di Baranowicz pareggiano il risultato (7-7); sull’11 a 11 Lopes esce per un infortunio alla caviglia, al suo posto Roberto Reis. L’equilibrio in campo non cambia fino al time out tecnico (16-15) poi il break del Benfica costringe Giani al time out sul 17 a 18. Nel finale la Calzedonia passa a condurre con il muro di Sander su Gaspar (21-20) e lo stesso schiacciatore propizia al servizio, l’attacco di prima intenzione di Zingel (23-21) ma ancora una volta il Benfica recupera. Kovacevic prima si fa murare, poi sbaglia la ricezione che porta i portoghesi in vantaggio sul 24 a 25; Roberto Reis chiude sul 24 a 26.
Il Benfica Lisbona parte bene nel terzo set. Subito in vantaggio per 1 a 4, respinge gli attacchi della Calzedonia Verona che prova ad avvicinarsi sul 4 a 5. I portoghesi basano il proprio gioco sulla difesa e su un attacco preciso arrivano fino al 5 a 10. Giani manda in campo Lecat per Kovacevic ma il doppio ace di Roberto Reis consegna il massimo vantaggio momentaneo al Benfica (7-14). Nel finale Giani inserisce Spirito per Baranowicz, ma i portoghesi conquistano comunque il parziale sul 16 a 25. 
La tendenza si inverte nel quarto set. La Calzedonia parte concentrata e al primo time out tecnico guida sull’8 a 4. La formazione di casa trova punti con una buona varietà di gioco e mantiene saldi i punti di vantaggio. Il Benfica si riavvicina quando Soares mette a segno tre muri in poche azioni (19-18) ma nel finale la Calzedonia trova punti preziosi da Starovic e i padroni di casa pareggiano con il successo per 25 a 21. 
Il tie break si sblocca con il muro di Anzani che vale il primo break di vantaggio (7-5). Dopo il cambio campo la gara torna in parità con Soares ancora protagonista a muro, prima su Starovic poi su Anzani (9-9); il Benfica si porta in vantaggio sul 10 a 11 poi chiude sul 12 a 15 finale. 
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share