Al Gardaland Resort la grande festa di Natale del settore giovanile

20/12/2019

VERONA - Un piccolo esercito di tute gialloblù, tantissimi ragazzi sorridenti accompagnati dalle famiglie, per una serata magica.
La tradizionale festa di Natale del settore giovanile BluVolley, ieri sera, ha avuto come magica cornice il Gardaland Resort, dove tutto il settore juniores si è riunito, con staff, dirigenza, e con il presidente gialloblù Stefano Magrini. La serata, presentata dal giornalista Gianluca Tavellin, ha avuto come protagonisti anche tre giocatori della Calzedonia Verona, Federico Bonami, Francesco Donati e Asparuh Asparuhov, che si sono uniti ai festeggiamenti delle giovanili.

Dopo gli auguri tradizionali, una cena condivisa e l'immancabile momento della lotteria che ha coinvolto tutti.

Ecco le principali dichiarazioni dei protagonisti della serata.

Stefano Magrini: "Prima di tutto, voglio dire grazie ai coach, a tutto lo staff che segue i ragazzi, e ai genitori, che quotidianamente portano avanti e indietro i ragazzi instancabilmente. Proprio loro sono il nostro futuro, e l'impegno di tutte queste persone fa sì che crescano al meglio. I ragazzi hanno la possibilità di frequentare un ambiente sano, con persone con grandi valori. Ed è una grande fortuna. Il mio consiglio, ai ragazzi: seguite le persone che vi danno delle indicazioni sane. Si sbaglia, si fanno errori, ma l’importante è riconoscerli ed essere persone vere. Vogliamo continuare a crescere come settore giovanile".

Bruno Bagnoli: "Arrivato nel settore giovanile BluVolley, ho trovato una struttura già organizzata a cui ho cercato di dare dei contributi di qualità. Ora abbiamo sei gruppi squadra, con degli staff che consentono di dare il meglio a questi ragazzi. Sono contento di quel che stiamo facendo, confrontandoci possiamo crescere e migliorarci continuamente. A gennaio organizzeremo un incontro per squadre, genitori e realtà legate a noi che coinvolgeranno degli specialisti. Il tema l'alimentazione, i danni di droga e alcol e le regole di buona condotta stradale. Alleniamo i ragazzi perché possano dare il meglio, facciamo parecchi campionati per dare loro la possibilità di confrontarsi con diversi livelli. Il nostro è un percorso di lavoro quotidiano. E in cambio chiediamo due cose: massimo impegno e rispetto".

Francesco Donati: fino all’anno scorso anche io ero lì, in mezzo ai ragazzi. Dopo quattro anni di giovanili, per me è stata una grande emozione essere chiamato in prima squadra. E spero che possa succedere a ognuno di loro.

Federico Bonami: Anche io vorrei mandare un messaggio ai ragazzi: è fondamentale trovarsi in un ambiente sano e con valori, come ha detto il presidente Magrini. Il percorso dalle giovanili fino all'ambizione del professionismo è lungo, cercate di apprezzare il viaggio per arrivare in cima alla scala. Divertitevi, ma aiutate i compagni, perchè da soli si va più veloce, ma insieme si arriva più lontano.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share pinterest share