A Civitanova vince la Lube. La gara finisce con il punteggio di 3 a 0

22/11/2015

A Civitanova vince la Lube. La gara finisce con il punteggio di 3 a 0
Cucine Lube Banca Marche Civitanova – Calzedonia Verona 3-0 (25-22, 25-21, 25-20). 
Cucine Lube Banca Marche Civitanova: Fei ne, Gabriele ne, Parodi 5, Juantorena 16, Vitelli ne, Stankovic 5, Christenson 4, Cester, Grebennikov (L), Milijnkovic 13, Corvetta ne, Cebulj 4, Podrascanin 9. All. Blengini
Calzedonia Verona: Zingel 4, Kovacevic 14, Pesaresi (L), Gitto ne, Lecat 5, Spirito 1, Frigo (L), Baranowicz, Starovic 15, Bellei, Sander 7, Anzani 3, Bucko ne. All. Giani.
 
CIVITANOVA - La Calzedonia Verona esce sconfitta dall’Eurosuole Forum di Civitanova. La Cucine Lube Banca Marche Civitanova si è imposta con il punteggio di 3 a 0 (25-22, 25-21, 25-20) conquistando così i tre punti in palio. Per la Calzedonia si ferma così la striscia positiva di tre vittorie consecutive contro i marchigiani ancora imbattuti; Verona chiude il match con il 40% in attacco, 9 muri punto e 2 ace. Starovic il miglior realizzatore dei gialloblù con 15 punti. 
La Calzedonia Verona scende in campo con Baranowicz in cabina di regia, Starovic opposto, Anzani e Zingel al centro, Kovacevic e Sander schiacciatori e Pesaresi libero.  
Civitanova risponde con Christenson palleggiatore, Milijkovic opposto, Stankovic e Podrascanin al centro, Parodi e Juantorena schiacciatori con Grebennikov libero.
L’inizio di match è incerto, con break da una e dall’altra parte. La Calzedonia Verona accelera fino al 4 a 8 dopo due muri consecutivi, uno di Kovacevic e uno di Baranowicz, e l’attacco di Kovacevic. Blengini è costretto al time out e al rientro in campo la Lube si riporta sotto (7-8), con grande efficacia nelle azioni di contrattacco. Il pareggio arriva con il muro di Podrascanin su Starovic (9-9) Al time out tecnico, la Lube conduce di una lunghezza (12-11) poi al rientro in campo allunga con l’ace di Milijkovic e il doppio muro di Stankovic (15-11). L’attacco della Calzedonia fatica, Sander viene fermato anche da Christenson (16-11) con il set sempre più saldamente nelle mani della squadra di casa. Baranowicz esce dal campo per un problema alla schiena, al suo posto Spirito che con il suo turno al servizio dà il la per il recupero della Calzedonia. Kovacevic diventa terminale offensivo implacabile e porta i gialloblù sul pareggio (21-21). Colpo di coda della Lube che approfitta degli errori di Verona e chiude sul 25 a 22. 
Il secondo set si apre con la Lube che allunga subito in maniera decisa. Conquista quattro punti di vantaggio con l’errore di Zingel che vale il 6 a 2. Starovic e Kovacevic confezionano subito un break che rimette in gara la Calzedonia sul 6 a 5. Baranowicz rientra in campo ma al time out tecnico è la Lube a condurre per 12 a 10; Sander non chiude tre palloni consecutivi e i padroni di casa allungano ancora sul 16 a 11. E’ il break decisivo del parziale, che la Calzedonia Verona riesce solamente ad assottigliare quando Kovacevic mette a terra la palla del 20 a 17. Nel finale la Lube non sbaglia, Verona si ferma a 21 punti contro il 25 della Lube. 
Anche il terzo set è della Lube in avvio. I marchigiani allungano sul 10 a 5, Giani manda in campo Lecat per Sander ma i gialloblù continuano a commettere troppi errori in attacco. Al time out tecnico il vantaggio della Lube è consistente (12-5) ma la Calzedonia non demorde. Recupera punto dopo punto, nonostante le continue difese della Lube, accorciando fino al 16 a 14. Nel finale nuovo allungo dei padroni di casa che chiudono il parziale con il vantaggio più ampio di tutto il match: 25 a 20.
Sigla.com - Internet Partner
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share